Comune di Contursi Terme >>E' CALATO IL SIPARIO SULLA RASSEGNA "ESTATE CONTURSANA 2013". SODDISFAZIONE UNANIME PER ILSUCCESSO CONSEGUITO

RSS di - ANSA.it

E' CALATO IL SIPARIO SULLA RASSEGNA "ESTATE CONTURSANA 2013". SODDISFAZIONE UNANIME PER ILSUCCESSO CONSEGUITO

Manca ancora l'ultimo epilogo rappresentato dalla manifestazione podistica "Trofeo Cento sorgenti" dell'8 settembre prossimo organizzata dall'associazione La Fonte, per considerare chiusi definitivamente tutti gli eventi programmati, ma, in buona sostanza, la rassegna "Estate contursana 2013" ha chiuso i battenti almeno per quanto riguarda gli spettacoli musicali e culturali. Il giorno 20 agosto, infatti, con la sfilata "Miss Valsele" tenutasi in località Bagni di Contursi ed organizzata, nell'ambito dei festeggiamenti in onore di Sant'Antonio ai Bagni, dall'associazione Progetto e Sviluppo, è stata salutata l'estate 2013 che, ancora una volta, nonostante la crisi economica che ha attanagliato imprese, attività commerciali e istituzioni pubbliche, è stata ricchissima di eventi anche di notevole spessore, tanto da portare molta gente in paese. Come sempre la kermesse, dopo il saggio spettacolo di fine giugno dell'associazione New Sport Time e con la direzione artistica di Gerarda Bevilacqua, è stata aperta dalla settima festa zonale organizzata, in località Monte di Pruno, dall'omonima e dinamicissima associazione guidata da Umberto Caporale. Degustazione gratuita di squisiti prodotti gastronomici locali e impeccabile organizzazione dei numerosi volontari sono stati gli ingredienti principali per l'ottima riuscita della manifestazione. Ciliegine sulla torta, il concerto di Luisa Corna e i meravigliosi fuochi pirotecnici visibili da tutta la valle del Sele, dagli Alburni e dalla zona del basso Tanagro. Dopo la festa della birra organizzata dai Fratelli Vitagliano presso il chiosco Pin Up, la due giorni della rassegna Broken Stone, organizzata per il secondo anno consecutivo dal Forum dei giovani e dalle associazioni Dodekathlos e Ars, riservata a gruppi musicali giovanili emergenti, ha aperto la serie di spettacoli musicali agostani. Il concerto di chiusura della rassegna da parte del gruppo Il Parto delle nuvole pesanti ha deliziato le orecchie degli appassionati di musica popolare rivista in chiave folk moderna. Il quattro ed il cinque agosto il suggestivo scenario di piazza Garibaldi è stato riservato alla manifestazione Contursi Festival, concorso riservato a voci nuove che, quest'anno, con la giuria presieduta dal giornalista esperto Mario Luzzato Fegiz, è coincisa con l'anniversario delle venti edizioni consecutive. Medaglia d'onore, dunque, per Tituccio Briscione, presidente della Pro Loco, organizzatore dell'evento. Il 6 agosto spettacolo con il gruppo di animazione musicale "Peccati di Gola" e la partecipazione straordinaria di Enza Ganà con il suo repertorio di Raffaella Carrà. 

Per la serata del 7 agosto, in occasione dei festeggiamenti in onore di San Donato, concerto del gruppo Audio due collegati durante le prove, in diretta con Gianfranco Agus, per la trasmissione La vita in diretta. Vetrina televisiva per la città e per il territorio, dunque, ma anche tanta gente che ha apprezzato il famoso duo che ha scritto successi musicale internazionali per Mina e Celentano. Apprezzati e salutati, a fine concerto, da un grande applauso della piazza stracolma anche i fuochi pirotecnici "leggeri" partiti da Palazzo Rosapepe e, quindi visibili dalle migliaia di persone presenti e che ha evitato le "trasferte" forzate in altri luoghi. Sempre in netto crescendo, sia sotto l'aspetto qualitativo che sotto l'aspetto della partecipazione di pubblico, la serata tutta contursana dell'8 agosto, "la musica racconta Contursi", ha riservato, come sempre, emozioni e suggestioni. La partecipazione musicale di Manuela ed Annapaola Rufolo con il gruppo Strikery, di Peppe Rufolo, di Adelaide Carrafiello, di Marzia Cernera e dei sempreverdi Mister Pop di Gerardo Lardo, Donato Mazzeo e del vocalist Giulio Gaudiosi, ha fatto da cornice ai ricordi della Contursi degli anni settanta. Sono stati ricordati gli anni della contestazione giovanile contursana contro la guerra in Vietnam, le Majorettes francesi, la marcialonga del 1973 e le eccezionali esperienze del Centro di Cultura Popolare del compianto Angelo Mazzeo. La vera chicca della serata è stata rappresentata, poi, dal ricordo della galoppante vittoria del campionato di seconda categoria nella stagione calcistica 1973-74 da parte dell'U.S. Contursi Terme, con la consegna degli attestati di merito a tutti i calciatori, ai dirigenti ed all'allenatore che ne furono i protagonisti da parte del Sindaco Lardo e dell'assessore allo sport Ricca. Premiato con targa dell'Amministrazione comunale, consegnata dalla delegata alla cultura Gerarda Forlenza, anche il veneto Pietro Boninsegna, per le circa 50 foto storiche, originali ed inedite, scattate da un suo parente nel 1941 nel centro storico del paese e donate al Comune. L'Apertura della manifestazione è stata affidata ai bambini delle scuole elementari che si sono esibiti in spettacolari scenografie curate da Anna Maria Lardo. La scaletta dei frammenti di ricordi e la cura di ogni particolare sul palco sono stati perfettamente gestiti e coordinati dalle bravissime Sasy Panza e Cristel Brogna con il supporto di Tituccio Briscione. Il format indovinato dell'evento, tutto "made in Contursi", è destinato a continuare ad occupare, anche per gli anni a venire, l'importante serata del giorno 8 agosto. Per l’edizione 2014 si pensa già di rievocare gli anni sessanta contursani. Soddisfacente il service audio-luci di Jerry Altilio ed il palco allestito da Leo Gizzi. Il nubifragio della sera del giorno 9 agosto ha impedito l'esibizione di un altro duo contursano. Per Orazio e Sara Taglianetti appuntamento rinviato al 2014. Appuntamento non mancato, invece, per il gruppo musicale Scalo 22, che ha tenuto alcune serate musicali lungo il corso Felice La Sala, apparecchiato con eleganti tavolini, grazie all'isola pedonale, dove, per i tantissimi turisti e visitatori, è stato possibile gustare pizze, panuozzi e deliziosi gelati artigianali. Il 10 e 11 agosto la concentrazione dell'intera Città è stata puntata sulla quarta edizione di Tempus Pestis, la due giorni di rievocazione storica del miracolo della peste del 1657, con la suggestiva passeggiata nel centro storico del paese appositamente arredato con scene e ambientazione del seicento contursano, al termine del quale è stato possibile anche degustare prodotti tipici locali, ed il corteo processionale storico con centinaia di figuranti in costume del seicento. Il "miracolo" dell'Associazione La Fonte è riuscito anche quest'anno con migliaia di visitatori, per la gioia di tutti coloro che tengono a cuore l'importante manifestazione storico-culturale.  

Il 12 agosto piazza Garibaldi ed il corso Felice La Sala sono stati lo scenario naturale del gruppo folkloristico “La Serra” che hanno animato la serata con balli e canti popolari e tradizionali, così come la suggestiva piazza San Vito lo è stata per la manifestazione Intercettazioni, organizzata ottimamente per il giorno 13 agosto dall’associazione Bandiera Bianca con una interessante mostra e con l’esibizione dei gruppi musicali Makardìa e Ballads. Un pubblico davvero numeroso ha partecipato alla rinomata Festa della Birra organizzata in piazza Mastrolia, con degustazione di panini, panuozzi e pizze e con la straordinaria partecipazione del gruppo musicale Daltrocanto che, a ritmo di taranta e tarantelle cilentane, sono riusciti a coinvolgere tantissimi appassionati in sfrenati balli. Sempre per gli appassionati del ballo tradizionale e popolare, la serata del 18 agosto è stata l’occasione per esibirsi in balli di coppia con la grande quadriglia finale durata quasi quaranta minuti a cui hanno partecipato tantissime coppie. La grande partecipazione di pubblico e gli apprezzamenti unanimi che non si sono sprecati hanno già messo in condizione l’Amministrazione comunale e l’organizzazione del Comitato Festa di ripetere la “Notte della quadriglia” anche per il 2014. Non sono mancati gli appuntamenti con la cultura. Come sempre organizzati dalla delegata Gerarda Forlenza, il giorno 3 agosto è stato presentato il libro di Franco Pignata “Il libro Rosso dell’Università di Contorso” con il patrocinio del Centro Studi di Cultura e Politica “Vincenzo Lardo” con la partecipazione come relatore di Pino Foscari dell’Università di Salerno ed il 12 agosto è stato presentato, nella bellissima Chiesa del Carmine il libro di Federico La Sala “Della terra il brillante colore” con la partecipazione come relatori di Giuseppe Cacciatore dell’Università di Napoli e di Giuseppe Sierchio storico dell’arte e che ha registrato anche la presenza di Fulvio Tessitore. Presenti, nel cartellone degli eventi, anche gli appuntamenti sportivi con il Memorial di calcetto “Alessandro Festa” e con Street Day organizzata dall’associazione Altra. Anche l’arte ha avuto il suo spazio con la mostra sul paesaggio di Lello Gaudiosi in piazza Garibaldi e sotto l’arco della portella.

Una gara di solidarietà e di volontariato tra le tante associazioni locali che hanno voluto dare il loro apporto ed il loro sostegno alla rassegna. Una rete istituzionale indovinatissima che potrebbe essere di esempio per tante altre realtà. Su tutti, la menzione d’onore spetta sicuramente al Comitato Festa “San Donato” che quest’anno, sotto la guida di Gaetano Russo, Gerardo Ricca e Salvatore Manzione, è riuscito a coprire, con il contributo economico di privati e di sponsor, tutte le spese necessarie effettuate. Un grande risultato, se si pensa alla crisi economica che, in altre realtà anche più grandi, non ha consentito granché. Il Comune non ha fatto debiti. Il Comitato Festa non ha fatto debiti. Eppure sono stati organizzati numerosissimi eventi. Evidentemente il livello di credibilità e di capacità organizzativa è cresciuto notevolmente rispetto al passato. Apprezzatissima, anche quest’anno, la navetta turistica gratuita messa a disposizione dall’Amministrazione comunale con la collaborazione della Protezione Civile e che ha permesso ai turisti che soggiornavano presso le strutture alberghiere di vivere le serate contursane. Un plauso unanime al servizio di Polizia Municipale del Comandante Della Puca che, unitamente alla locale Protezione Civile, hanno garantito la sicurezza e l’ordine pubblico. Preziosissima anche la presenza della Croce Rossa Italiana che, con tanto di ambulanza e di personale abilitato, è stata una garanzia per i tanti turisti e visitatori che ancora una volta hanno voluto premiare la bellezza e l’ospitalità di Contursi e dei contursani.                             

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 5.441 secondi
Powered by Asmenet Campania