Comune di Contursi Terme >>Incontro all'Istituto Corbino per parlare di legalita' e di codice etico

RSS di - ANSA.it

Incontro all'Istituto Corbino per parlare di legalita' e di codice etico

Alla presenza di centinaia di alunni delle quinte classi dell'Istituto "Corbino" che ricomprende Liceo Classico, Istituto Alberghiero, Odontotecnico, Ragioneria e Geometra, si è svolto un interessante incontro che il Preside dell'Istituto Ugo Giorgio Crea ed il Sindaco di Contursi Graziano Lardo hanno voluto organizzare per parlare del recente codice etico adottato dal Comune di Contursi Terme. Ospite dell'incontro il Sindaco di Pollica Stefano Pisani il quale ha reso una bellissima testimonianza sul messaggio di legalità che ha lasciato il Sindaco Angelo Vassallo assassinato brutalmente qualche tempo fa.
Si è discusso, in particolare, dei principi e dei valori di legalità che devono orientare l'azione amministrativa di amministratori e dipendenti pubblici, ma anche del controllo che devono esercitare i cittadini e soprattutto i giovani prima ancora della magistratura e delle forze dell'ordine che non si devono mai sentire isolate nel loro delicato compito che ogni giorno affrontano per combattere la corruzione dilagante. Il Sindaco Lardo, in particolare, ha voluto stigmatizzare l'esigenza di rispetto delle regole di imparzialità e trasparenza per le quali non si deve inseguire la ricerca del consenso a tutti i costi, occorrendo, invece, prioritariamente, affermare il perseguimento dell'interesse collettivo ed evitando, così, ogni forma di conflitto di interessi.       
L'incontro è stato coordinato dalla docente dell'Istituto referente per la legalità Maria Rosaria Zizzo per la quale la legalità deve essere vista innanzitutto come aspetto culturale ed i giovani ne devono essere i maggiori diffusori e difensori.
Il Preside Crea, nel suo intervento, ha ringraziato per l'opportunità data agli studenti di poter toccare con mano come oggi devono essere vissuti i principi ed i valori di legalità per chi amministra a fa politica. Il Segretario comunale D'Angelo che ha proposto la bozza di codice all'Aministrazione ha, poi, parlato anche della nuova legge anticorruzione varata di recente dal Parlamento che introduce modelli comportamentali di grande novità come il piano triennale anticorruzione che presto sarà approvato dall'Amministrazione comunale e che rimarca il ruolo forte della figura proprio del Segretario Comunale che deve valutare ogni forma di devianza dell'azione amministrativa dalle regole di legittimità e liceità.
Presenti per il Comune anche l'assessore Briscione ed il Presidente del Consiglio Marino i quali hanno sottolineato il fatto che per l'Amministrazione il rispetto della legalità è una vera e propria priorità. Da parte di una studentessa contursana sono stati letti alcuni passaggi significativi del codice relativamente al rapporto tra Amministrazione e cittadini. Per il Sindaco si tratta di un codice aperto alle eventuali integrazioni, modifiche e critiche da parte dei giovani, con l'intento di costruire un sistema di regole morali e giuridiche capace di consegnare ai futuri amministratori una città risanata proiettata per un mondo migliore e più giusto. L'incontro rientra in un percorso sulla legalità già intrapreso dalla scuola e che ha visto recentemente a Contursi anche la presenza del Procuratore Capo della Repubblica Franco Roberti e del Procuratore Capo della Corte dei Conti della Basilicata Michele Auricchio sempre sui tempi legati alla legalità. 

 

 

 

etico

 

m

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 5.218 secondi
Powered by Asmenet Campania