Comune di Contursi Terme >>7 NOVEMBRE 2016 – L'AGRICOLTURA RIPARTE

RSS di - ANSA.it

7 NOVEMBRE 2016 – L'AGRICOLTURA RIPARTE

Un argomento che suscita un grande interesse: l'agricoltura o, meglio, il sistema rurale, come sottolineato dal prof. Giovanni Quaranta - dell'Università degli Studi della Basilicata - uno dei relatori del convegno tenutosi a Contursi Terme il 7 novembre 2016 nell'aula consiliare.

L'incontro moderato dalla giornalista de Il Mattino Margherita Siani ha registrato un'ampia partecipazione sia istituzionale che della società civile ed  in particolare di chi quotidianamente ha a che fare con il settore primario.

Ampia soddisfazione espressa dal sindaco Alfonso Forlenza e da Gerarda Forlenza, asssessore all'agricoltura, per la riuscita della manifestazione nel corso della quale sono emerse criticità ma anche utili indicazioni per poter procedere affinchè gli operatori siano messi in grado di far decollare il settore.

Da subito sono arrivate le buone notizie da Elisabetta Citro, coordinatrice del Gal I sentieri del buon vivere, che ha ricordato come questo strumento abbia funzionato bene in passato ed ora risulta quarto nella concessione di finanziamenti con possibilità di stendere bandi diversi da quelli della Regione e di curare una propria istruttoria.

Il prof. Giovanni Quaranta ha ricordato che il sistema rurale deve far affidamento anche al PSR ordinario e gli enti locali devono sviluppare una propria strategia.

Dal mondo delle associazioni e dei consulenti i due interventi dei vertici A.I.C. (Associazione Italiana Coltivatori) nelle persone del presidente Donato Scaglione e del vice presidente Giuseppe Freda.

Il presidente A.I.C. ha evidenziato le criticità emerse dalla lettura del PSR ma d'altro canto anche le positività affermando che sicuramente l'agricoltura riparte!

Il vice presidente Freda ha posto l'accento sulle difficoltà di carattere operativo legate all'inserimento di una pratica PSR  e sulla necessità di una formazione per gli operatori ma riconoscendo il buon operato svolto dal Gal I sentieri del buon vivere.

Il consigliere delegato del Presidente della Regione Campania Franco Alfieri  nel suo appassionato e stimolante intervento ha ricordato come nelle nostre realtà sia proprio la dimensione aziendale a rappresentare un motivo di debolezza, mediamente essendo un'azienda di un'estensione di circa HA 2,6 e come dei 140 mila addetti all'agricoltura il 60% sia ultrasessantenne. Dunque necessità di un ricambio generazionale. Nel PSR 2014-20 vi sono delle premialità per chi si mette insieme, per i giovani e per le donne ma soprattutto occorre superare le resistenze e le barriere culturali. Due le parole chiave del delegato regionale: qualità e cooperazione.

Le conclusioni della senatrice Angelica Saggese, che siede nella commissione Agricoltura del Senato, che ha evidenziato i molteplici strumenti messi a disposizione dall'ordinamento a favore del mondo agricolo: l'istituzione del fondo di garanzia per consentire l'accesso al credito da parte dei giovani in particolare, la Banca della terra istituita presso il Ministero dell'agricoltura,  gli interventi sul piano fiscale (IMU) e l'eliminazione dell'IRPEF in agricoltura, così come i provvedimenti normativi a favore dell'etichettatura del latte italiano che ha consentito un rialzo dei prezzi, la legge sui piccoli comuni, la rete d'impresa.

Presenti all'incontro anche i sindaci di Valva e San Gregorio Magno, Vito Falcone e Onofrio Grippo, e il vice sindaco di Sicignano degli Alburni, Donato Cervino. Presente, altresì, il Presidente della Comunità montana Tanagro Alto e Medio Sele e sindaco del comune di Caggiano, Giovanni Caggiano insieme a Pasquale Lamattina, assessore ai lavori pubblici e Francesco Casalaspro, delegato alla cultura e innovazioni teconologiche.

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 4.83 secondi
Powered by Asmenet Campania