Comune di Contursi Terme >>GRAVI DANNI CAUSATI DALL'ALLUVIONE

RSS di - ANSA.it

GRAVI DANNI CAUSATI DALL'ALLUVIONE

A sentire gli agricoltori più anziani, la bomba d'acqua che è piovuta su tutto il territorio comunale di Contursi tra le due e le quattro della notte tra il 21 ed il 22 settembre scorso, non si vedeva da decenni. In uno spazio strettissimo di tempo una grande quantità di acqua ha prodotto danni notevoli alle colture, alle abitazioni, alle aziende agricole, ai valloni demaniali e, soprattutto, alle strade pubbliche.
Nella primissima mattinata di lunedì 22 settembre, subito dopo la terribile tempesta, il Comune ha attivato squadre di operai comunali con al seguito i mezzi meccanici necessari allo sgombero delle strade comunali, soprattutto rurali, da detriti e fanghiglia che ne ostruivano il transito. In alcuni punti delle zone rurali più colpite è stato addirittura sconsigliato agli scuolabus di percorrere il normale giro quotidiano. All'opera anche il personale dell'ufficio di Polizia Locale, diretti dal luogotenente Antonio Della Puca ed i volontari della protezione civile che hanno dovuto transennare ed inibire al transito alcuni tratti di strade comunali.
Nel pomeriggio sempre del lunedì è stato effettuato un accurato sopralluogo d parte del Sindaco Lardo e dal Vicesindaco Stefano Viola, i quali hanno potuto constatare i gravissimi danni causati al parco piscina del Parco delle Querce il cui viale di ingresso è stato letteralmente invaso da enormi massi e da montagne di fango, alla zona della fonte dell'acqua Ferrata il cui livello del fiume Sele ha raggiunto quote molto preoccupanti ed a tutta la zona di Ponte Mefita e del giardino con danni anche alla struttura termale del Volpacchio. Successivamente i due amministratori hanno incontrato le famiglie della zona Pagliarini, particolarmente fragile da questo punto di vista, dove la strada di collegamento con la vicina Oliveto Citra è letteralmente saltata a causa dell'esondazione del vallone "Serra". Purtroppo anche il vallone in località Forca Cesina è saltato. Per fortuna che lo scorso anno l'Amministrazione provvide a rinforzare l'alveo con opere di consolidamento, altrimenti anche la sovrastante ed importante strada di collegamento sarebbe di certo saltata, con conseguenti disagi per tutti gli abitanti della zona. Danni registrati anche in zona Serroni ed in zona Festola, sia alle strade comunali e vicinali e sia ai valloni i cui argini sono quasi tutti saltati. Anche nella mattinata di martedì 23 in Comuni vi è stata massima operatività. Il Sindaco ha prima incontrato alcuni cittadini che hanno segnalato danni nelle diverse zone del paese e poi ha proceduto ad istituire un team operativo tra i diversi uffici, coordinato dall'Ing. Nicola Niceforo del servizio "Tecnico-Manutentivo", con il compito di effettuare i dovuti e necessari sopralluoghi per fare la conta precisa dei danni e per i primi interventi di ripristino dei livelli normali di transitabilità e di sicurezza. E' probabile che, a breve, si procederà, non appena saranno reperite le risorse straordinarie nel bilancio corrente, ad urgenti interventi concreti nelle zone più colpite. Intanto il Sindaco ha sollecitato anche l'intervento del Genio Civile per la verifica dei costoni, l'intervento della Provincia per la pulizia delle strade provinciali (intervento già iniziato) e l'intervento della Comunità Montana per gli interventi di pulizia e disostruzione dei valloni demaniali, attraverso l'impiego degli operai idraulico-forestali.   
 
HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 5.495 secondi
Powered by Asmenet Campania